Linux

Linux

Per ognuno di noi oggi è molto difficile, se non impossibile, passare una giornata senza accendere e “dialogare” con il proprio PC. Le connessioni a Internet, l’utilizzo dei servizi telematici e i collegamenti ai siti web di interesse sono appuntamenti fissi e quotidiani per una grandissima quantità di utenti. Ormai normali consuetudini caratterizzate dall’impiego di risorse digitali datate e da tecnologie di ultima generazione. Un insieme di risorse tecnologiche pronte a soddisfare la grande domanda di mercato: dalle necessità dei singoli utenti alle richieste delle grandi organizzazioni di lavoro.

Alcune di queste risorse digitali sono ormai molto conosciute, altre senza dubbio un po’ meno. Tra le più significative e sulla bocca di tutti ci sono certamente i sistemi operativi. Il tema trattato in questa guida interesserà Linux, distribuito in commercio sotto una licenza open source. Scopriamo insieme nei paragrafi seguenti le caratteristiche di questo sistema operativo e il perché il suo utilizzo è crescente e molto apprezzato da parte degli utenti di ogni angolo del mondo.

Con la marea di vocaboli informatici in circolazione, di questi tempi conoscerli tutti non è possibile, ancora più difficile però è non aver sentito mai parlare almeno una volta nella vita di Linux. Un sistema operativo open source, uno dei principali competitor di Windows, già da qualche anno in cima alla lista dei preferiti di molti utenti. Una buona alternativa a Windows o a macOS, da installare al loro posto o insieme a loro su uno stesso PC. Senza l’utilizzo di particolari tecnicismi, ricordiamo che un sistema operativo è il software incaricato della gestione diretta dell’hardware e delle risorse di un sistema: CPU, memoria e storage. In parole ancora più semplici, il sistema operativo è l’insieme di essenziali programmi per il funzionamento di un PC, ai fini di utili attività o anche solamente per puro divertimento. Svolge una funzione delicata quanto importante perché funge da tramite tra l’hardware e le applicazioni, e stabilisce le connessioni fra i componenti software e le risorse fisiche.

Il sistema operativo Linux dalla sua nascita ad oggi ha conosciuto un enorme sviluppo, un’evoluzione tale da poter essere eseguito su diversi tipi di hardware: dai telefoni ai grandi PC. Ciascun sistema operativo Linux è comprensivo del Kernel Linux, lo strumento responsabile della gestione delle risorse hardware e di pacchetti software che formano la parte restante del sistema operativo. Linux è comprensivo di comuni componenti di base, quale strumenti GNU, per consentire agli utenti la gestione corretta delle risorse fornite dal Kernel, l’installazione di software aggiuntivi, la configurazione di impostazioni di sicurezza, etc. Strumenti perfettamente integrati, con lo scopo di costituire un sistema operativo funzionante e capace di soddisfare la grande domanda di mercato. Ma cosa significa sistema operativo open source? In linea generale, un open source è caratterizzato in modo particolare:

  • dalla concreta libertà di esecuzione del programma;
  • dalla libertà di studio del programma e di apportare modifiche;
  • dalla reale possibilità di ridistribuire le copie per metterle al servizio di altri utenti.

Questi sopra citati, sono degli aspetti fondamentali per comprendere la comunità che opera intorno a Linux per migliorare il sistema operativo open source. Le possibilità date ai singoli utenti di apportare modifiche è uno dei motivi per cui moltissime persone utilizzano Linux. Più in generale, Linux è un rappresentante del software “libero”, vale a dire di quel tipo di software distribuito con una licenza che ne consente non solo l’uso da parte di chiunque, ma anche la modifica e l’analisi.

Come già accennato prima, il componente irrinunciabile del sistema operativo Linux è il Kernel. Un componente responsabile della gestione delle risorse del sistema operativo e fondamentale per comunicare con l’hardware. Un’altra parte fondamentale del sistema operativo è riconducibile allo spazio utente di sistema. Si tratta del livello amministrativo ai fini delle attività: installazione e configurazione del software. Lo spazio utente di sistema comprende, tra l’altro, la riga di comando, l’ambiente desktop, l’interfaccia con la quale gli utenti interagiscono, e le procedure eseguite in background. Poi ci sono le applicazioni, i software incaricati all’esecuzione di determinate attività. Una categoria comprensiva di diversi componenti: linguaggi di programmazione, strumenti desktop, e tanto altro ancora. Inoltre, buona parte delle distribuzioni dei sistemi operativi Linux offre un database centrale per ricercare applicazioni aggiuntive.

Dalla sua nascita ad oggi Linux ha fatto tanta strada, i consensi da parte dell’utenza sono cresciuti con lo scorrere del tempo e con le migliorie apportate. Ai giorni nostri il sistema operativo Linux è diventato un progetto software open source di grande utilità, riconosciuto e apprezzato in ogni parte del mondo. Tra l’altro, i programmatori contribuiscono in maniera determinante all’arricchimento del Kernel Linux con nuove funzionalità, idee innovative e provando ad innalzare gli standard di sicurezza. Molte distribuzioni di Linux sono totalmente gratuite, per utenti privati e aziende. Sul mercato però ci sono società che, dietro la corresponsione di un compenso, garantiscono un sostegno tecnico e altri tipi di servizi.

Inoltre, c’è la possibilità di apportare delle modifiche al sistema per migliorare in proprio il codice sorgente, regolarmente distribuito inseme alla licenza GPL. Del sistema operativo Linux non esiste una sola versione, ma ci sono diverse distribuzioni, generalmente create da società oppure da comunità di sviluppatori, che preparano nuovi pacchetti da includere. Dunque distribuzioni differenti e preparate in modo autonomo. Ognuna di queste distribuzioni si distingue dall’altra a seconda delle scelte fatte sul software installato di default, per le iniziali configurazioni e così via. Il successo di Linux è sotto gli occhi di tutti e destinato ancora a crescere nonostante la concorrenza forte sul mercato di veri e propri colossi come Windows. In ogni caso si tratta di un sistema operativo open source che, per la sua natura, riesce a coinvolgere un enorme numero di persone.

Info sull'autore

Andrea Masella author