Information Technology (IT)

Information Technology (IT)

L’implementazione, la sicurezza, la velocità e la facilità di accesso ai servizi di rete passano per metodi e strumenti informatici sofisticati e in continuo aggiornamento. Senza l’impegno, la competenza e l’esperienza di chi quotidianamente spende risorse e tempo per la buona pratica dei servizi informatici nulla di tutto questo sarebbe possibile. I passi in avanti fatti continuamente dalla tecnologia dell’informazione (Information Technology) sono sotto gli occhi di tutti e i risultati derivanti dall’applicazione delle nuove tecniche informatiche non sono minimamente in discussione. Oggi non esiste pubblica amministrazione, azienda o privato che non abbia beneficiato degli enormi progressi dell’Information Technology, sempre più presente nella nostra quotidianità. Nel nostro Paese, come in ogni altra parte del mondo, ai giorni nostri fare a meno dei servizi di rete e dell’automazione è praticamente impossibile. Allora passiamo di seguito a vedere cos’è l’IT (Information Technology), quali sono i settori interessati e i riflessi sulle nostre vite e sul mondo del lavoro.

Con il termine inglese Information Technology si fa riferimento all’insieme di metodi e tecnologie utilizzati in ambito privato, aziendale o pubblico ai fini dell’elaborazione, della trasmissione e dell’archiviazione delle informazioni e dei dati con il supporto di reti, PC, server e strumenti di telecomunicazioni come router, tablet, smartphone, datacenter, etc. In linea di massima, sui settori della comunicazione digitale, hardware e software si sviluppano le tecnologie IT. Tecnologie all’avanguardia oggi utilizzate diffusamente e su vasta scala nei contesti economici e sociali italiani ed esteri. Una rivoluzione digitale che ha praticamente coinvolto tutti i settori pubblici e privati, passando per ogni singolo cittadino e, naturalmente, cambiando radicalmente le nostre abitudini giornaliere e lavorative.

Comunemente il termine IT viene usato principalmente per fare riferimento a reti di computer e computer, in realtà comprende diverse altre tecnologie dell’informazione quali telefono, televisione e internet. Oggi il numero delle industrie riconducibili all’Information Technology non si contano, proprio per il veloce e capillare sviluppo in tutto il mondo della tecnologia dell’informazione. Tra le industrie maggiormente coinvolte è sufficiente ricordare quelle dei settori dell’elettronica, degli strumenti per la telecomunicazione, del commercio elettronico e del web design. Questi appena citati sono ovviamente solo alcuni esempi perché la lista delle industrie strettamente legate all’Information Technology è davvero lunga.

Nel corso dell’ultimo decennio Big Data, Internet, Intelligenza Artificiale, Cloud e Mobile Computing sono quindi tutte tendenze rapidamente affermate nell’ambito dell’Information Technology. Quest’ultimo, un termine che, a distanza di una cinquantina di anni, è più che mai attuale e rispettoso dei cambiamenti registrati negli ultimi decenni. Per meglio esprimere il concetto e per sintetizzare, l’Information Technology indica l’uso di elaboratori e mezzi di telecomunicazioni per lavorare, memorizzare, trasmettere e recuperare dati e informazioni.

Da quanto finora emerso non è difficile comprendere come l’Information Technology sia un settore trasversale a ogni attività, in quanto comprensivo di prodotti e servizi per comunicare, elaborare, connettere e condividere dati e informazioni. Un settore in continua espansione nonostante gli enormi progressi già fatti e riconosciuti in ogni campo. Un settore che comprende soprattutto:

  • tecnologie informatiche (sistemi operativi, software, portatili, telefono, applicativi);
  • connessione Internet per lo scambio di informazioni, grazie a sistemi particolarmente evoluti come la rete 5G, ideata proprio per velocizzare lo scambio di dati;
  • cloud computing e intelligenza artificiale per automatizzare i processi, anni fa svolti esclusivamente in maniera manuale.

Nell’ambito dell’Information Technology proprio il cloud computing e l’intelligenza artificiale sono tra i settori maggiormente coinvolti dagli investimenti e da un grande processo innovativo. Un processo innovativo destinato a continuare senza sosta anche in futuro e su cui continuare a investire milioni di euro.

Nel guidare le aziende lungo il cammino verso l’innovazione tecnologica e la manutenzione sono anni che l’Information Technology svolge un compito di primissimo piano. Nel campo aziendale gli addetti IT sono impegnati assiduamente nella scelta e la gestione di applicazioni, di tool digitali e in interventi per risolvere le criticità legate a siti web, ad account email e a tanto altro ancora. Figure indispensabili per un’azienda perché oggi non è possibile ottimizzare i lavori, migliorare la produzione e massimizzare le vendite senza l’ausilio delle nuove tecnologie e, di conseguenza, senza un ufficio capace di organizzare la struttura aziendale IT in maniera adeguata. Una risposta adeguata alla domanda di mercato è possibile solo attraverso alcune tecniche sofisticate e moderne.

Tra l’altro, i compiti dei dipartimenti IT delle aziende continuano a crescere, per questo le stesse aziende si vedono costrette a una rivalutazione dei loro ruoli. Detto questo oggi grazie, ad esempio, all’avvento del cloud computing (letteralmente in italiano nuvola informatica), in pratica l’erogazione di servizi offerti on demand tramite Internet, diversi servizi sono affidati direttamente a soggetti terzi. Soggetti terzi che garantiscono alle aziende strumenti di data management da remoto molto efficaci. Dipartimenti IT o soggetti terzi comunque la morale cambia poco o nulla, in quanto l’Information Technology resta alla base dell’operatività e della massima funzionalità di un’impresa. In fondo, mantenere aggiornati i dati e le informazioni sui clienti per migliorare la comunicazione tra aziende e utenti, sarebbe un compito piuttosto complesso prescindendo dalle nuove tecniche informatiche. La sfida delle aziende è dunque quella di restare al passo con i tempi, cosa possibile solo con un’informazione corretta sulle innovazioni, un modo assolutamente opportuno per rispondere adeguatamente ai cambiamenti di mercato e comprendere se e come applicare le moderne tecnologie alle proprie attività commerciali.

Info sull'autore

Andrea Masella author