Domain Controller (DC)

Domain Controller (DC)

La chiave di lettura dell’impatto dell’informatica sulla società moderna non può che essere unanime: è stato un impatto capillare e migliorativo per tutte le principali attività. Ad oggi, provare a ricercare un’attività non coinvolta e migliorata dall’Information Technology (IT) è un compito pressoché impossibile, persino un po’ folle da perseguire. Interpretare diversamente un impatto del genere sarebbe fuorviante, fuori cioè da ogni logica. Catalogare le risorse informatiche come un bene prezioso per il mondo del lavoro e per molte delle nostre quotidiani abitudini è dunque vero e scontato. Tuttavia, per utilizzare al meglio gli strumenti informatici e i servizi telematici, è necessario quanto meno conoscerli a grandi linee. Viceversa, ignorando completamente la materia è molto complicato mettere in atto precise azioni per migliorare le attività di interesse. Un concetto semplice, che comunque è sempre meglio riportare alla memoria.

Nello specifico, con questa guida proveremo a spiegare in maniera semplice il domain controller (DC), senza cioè soffermarci sui particolari tecnici e sui dettagli, ma trattando l’argomento con informazioni di carattere generale. Una maniera opportuna per una lettura più leggera e non limitata solamente ai grandi esperti della materia informatica. Passiamo quindi nei paragrafi successivi a comprendere gli aspetti prioritari del domain controller: caratteristiche, funzionalità fino alle riflessioni finali.

Per qualunque attività, sia essa pubblica che privata, proteggere adeguatamente i dati è uno dei compiti più importanti, al fine di una maggiore sicurezza e per la proficua funzionalità delle stesse attività. Dal punto di vista operativo una perdita casuale o un furto di dati, infatti potrebbe voler dire dover affrontare una serie di fastidiose problematiche. Un furto di preziose informazioni, con i dati che finiscono maldestramente nella disponibilità di maligni cyber criminali, sarebbe una problematica complessa da affrontare e una circostanza molto difficile da sanare. Un sostegno valido per contrastare opportunamente simili situazioni arriva dal domain controller, uno specifico server. Un altro mezzo essenziale contro il rischio della perdita casuale dei dati e per la lotta contro chi minaccia la sicurezza informatica con azioni illegali. Per la serie, prevenire è molto meglio che curare, soprattutto quando si tratta di rischi di natura informatica.

In campo informatico, un domain controller è quindi un server che, nell’ambito di un dominio, ha il compito di gestire le richieste di autenticazione per la sicurezza: controllo dei permessi, login, etc. Per comprendere pienamente la natura di un domain controller è opportuno riflettere un attimo per risalire al concetto di dominio: un insieme di computer che condividono una banca dati di risorse di rete. Una volta fatta la piccola ma doverosa riflessione su cosa sia un dominio, ora torniamo a concentrarci sul domain controller. In pratica, trattasi di un server specifico addetto alla gestione delle richieste degli utenti, questi ultimi intenzionati ad accedere a un dominio per consultare le informazioni di interesse. In origine, con il termine domain controller, il riferimento era diretto a un sistema funzionante solamente nelle reti sotto la gestione dei sistemi operativi di Microsoft Windows, mentre con il passare degli anni il concetto di DC è stato esteso anche ad altri sistemi che svolgono le stesse funzionalità al di là delle tecnologie Microsoft Windows. Un domain controller dunque autentica gli utenti, permettendo l’organizzazione gerarchica, la protezione degli utenti e computer operanti sulla medesima rete. In breve, al momento che un utente richiede l’accesso al dominio, il DC autentica e convalida le credenziali di accesso, consentendo o negando l’accesso a seconda dei casi. Per riepilogare e sintetizzare il concetto del domain controller, è bene ribadire che si tratta nella sostanza di un server, che opera nell’ambito di un dominio specifico, con il compito di gestire le richieste degli utenti che usano informazioni o servizi in aree del medesimo dominio.

Un domain controller in pratica organizza la struttura di un determinato dominio in utenti, gruppi e risorse di rete. Al fine dell’accesso alle diverse sezioni o, più in generale, per consultare delle informazioni riportate nel sito, il domain controller procede alla gestione delle richieste tramite un sofisticato sistema di autenticazione fondato su login e password. Basta poco per capire, come in tale maniera, un DC assicura la sicurezza dell’utente che accede ai dati di interesse. Una modalità di autenticazione che prevede per ciascun utente un account con determinati livelli di privilegi. Ciò vuol dire che, a seconda della profilazione di ciascun account, l’utente può accedere a specifiche aree e può compiere precise operazioni, mentre altre sono precluse. Un domain controller è un mezzo ottimale per un amministratore di sistema perché permette di negare o concedere agli utenti l’accesso a documenti, cartelle, stampanti, etc. attraverso nome utente e password. Nel momento in cui un PC client si aggiunge a un dominio, ogni utente può fare accesso al domain controller usando quel computer e disporre così di determinate informazioni importanti.

Viste le caratteristiche e le funzionalità di un domain controller, implementare un sistema del genere è un’operazione particolarmente indicata per evitare delle circostanze abbastanza gravose (es. copia non autorizzata di dati). Quindi i sistemi di sicurezza vanno rafforzati per prevenire situazioni simili. Anche perché, in genere, un domain controller è un bersaglio chiave nel corso di un attacco informatico, in quanto costituisce un principale punto di accesso a una determinata struttura. La ragione per cui deve essere adeguatamente protetto con misure di sicurezza ben solide. Inoltre, per assicurare la totale e assidua disponibilità delle risorse di rete, i domain controller di frequente sono distribuiti come cluster nelle configurazioni implementate dagli amministratori di sistema. Compito e responsabilità sempre di questi ultimi è quello di procedere alla designazione di più domain controller, che replicano tra di loro il file ntds.dit contenente il database di Active Directory Domain Services (AD DS). Oltre questo, con cadenza programmata, un altro compito è quello di creare copie di backup delle macchine e verificarne periodicamente la relativa affidabilità rispetto all’integrità dei dati, simulando eventuali ripristini dei sistemi. Duplicati fondamentali per recuperare situazioni alterate da circostanze critiche. In tutti quei casi di malfunzionamenti, errori umani, furti di dati oppure attacchi di criminali informatici, avere delle copie di backup infatti è di primaria importanza, trattasi di vere e proprie ancore di salvataggio.

Stiamo parlando di misure basate su alti livelli di sicurezza per dare una risposta appropriata alle necessità di sicurezza informatica. Per un’azienda una perdita di informazioni significherebbe confrontarsi con problematiche complesse, alle quali rimediare in tempi brevi per evitare conseguenze disastrose. Un furto di dati da parte di un hacker, infatti, potrebbe rallentare se non bloccare alcune attività aziendali, con il pericolo per l’impresa di rimetterci in termini di reputazione e in termini finanziari. Purtroppo circostanze che al mondo d’oggi si verificano non di rado e, colpiscono, soprattutto i sistemi di rete non protetti con i mezzi e le misure opportune. Molto più difficile cioè per un criminale informatico fare breccia in un sistema che non presenta vulnerabilità particolari. Poi molto dipende anche dai comportamenti umani perché, al pari di una debolezza di sistema, le leggerezze umane sono molto pericolose. Per esempio, lasciare incustodite le credenziali di accesso a un sistema di rete aziendale vorrebbe dire esporre i dati di un’azienda a grandi rischi. Per concludere, i sistemi informatici come i domain controller vanno benissimo per la sicurezza dei dati, specialmente però quando vengono supportati da professionisti della materia e da dipendenti formati e aggiornati sulla tematica. Le innovazioni tecnologiche oggigiorno garantiscono infiniti vantaggi, a condizioni di saperle sfruttare al meglio con le dovute accortezze e conoscenze informatiche.

Info sull'autore

Andrea Masella author