Brute Force

Brute Force

Gli attacchi informatici brute force si manifestano per individuare una password, con la prova delle combinazioni possibili di lettere, numeri e caratteri speciali. Da questa spiegazione è facilmente comprensibile come si tratti di un maligno processo che richiede un grande impegno, un massiccio numero di tentativi e un notevole dispendio di energie e di tempo. Gli attacchi brute force si utilizzano dunque per cercare una chiave di un sistema che fruisce di un algoritmo, vale a dire di un processo che segue precisi passi per effettuare cifrature e decifrature. Con un attacco del genere è possibile recuperare qualsiasi tipologia di password: password per accedere a facebook, per accedere a gmail, per accedere ai servizi finanziari, etc. Praticamente, un attacco a forza bruta, si sviluppa con la prova delle combinazioni possibili, fino a quando non si identifica la combinazione corretta. Trattasi, chiaramente, di prove effettuate attraverso l’utilizzo di un software e il tempo della riuscita dell’attacco dipende dalla lunghezza e dalla complessità delle password. Meno lunga e complessa è una password più è facile portare a termine un attacco brute force.

Info sull'autore

Andrea Masella author